Risultati indentati di Google

Cosa sono i risultati indendati di Google? Se digitate la query contatti msn potete vedere qualcosa del genere:

Come potete vedere Google ha ravvicinato due pagine facenti parte dello stesso dominio. In realtà la pagina per la ricerca dei contatti msn non sta in seconda posizione, ma grazie ai risultati indentati Google la piazza lì, subito sotto a una pagina meglio posizionata dello stesso dominio.

Ma quando avviene questo fenomeno? Tutto dipende da quanti risultati per pagina visualizzate nelle SERP di Google. Ragioniamo nel caso tradizionale, cioè con dieci risultati per pagina. Se il vostro sito ha l’home page in prima posizione per una data query, vi basterà posizionare un’altra vostra pagina in decima posizione per attivare l’effetto calamita dei risultati indentati.

In pratica la pagina che dovrebbe trovarsi in decima posizione sale fino a mettersi subito sotto la vostra home page! E vi ricordo che nelle prime posizioni si hanno percentuali molto maggiori di click. Occupando sia la prima che la seconda posizione questa percentuale sale ulteriormente!

Per vedere la reale posizione di una determinata pagina, evitando i risultati indentati potete aggiungere all’url di ricerca di google il parametro num seguito dal numero di risultati che volete avere per pagina. Per esempio per visualizzare solo sette risultati per pagina dovete aggiungere &num=7.

Ma perchè sto scrivendo questo articolo? Un motivo c’è…infatti il mio competitor principale di contatti msn è riuscito ad ottenere anche lui un risultato indentato, riuscendo a rubarmi diversi click. Ho notato che la sua pagina che viene indentata all’home page si trova in decima posizione…mi basterebbe posizionare un altro contenuto in decima posizione per togliere il risultato indentato al mio competitor!

Casualmente ho notato che in seconda pagina, precisamente in tredicesima posizione, c’è un’ottima recensione fatta da Elettroaffari al mio sito per lo scambio contatti msn.

Quindi?? Quindi cerchiamo di spingere in su di qualche posizione quest’ottima guida sui contatti msn in modo da togliere il contenuto indentato al mio competitor!

Scritto da in Contatti msn, SEO



5 commenti to “Risultati indentati di Google”

  1. Belisma Free web ha detto:

    Non ho capito molto bene cosa intendi con i risultati indentati.
    Praticamente vuol dire che più pagine ho che parlano di fiori ad esempio più queste pagine si aggregano alla pagina principale facendomi salire in Serp?
    Tipo: prima ho una pagina che è in prima posizione per il keyword rosa, poi creo un pagina con la keyword rosa rossa e questa si piazza in seconda posizione perchè si indenta?
    Grazie.

  2. zanna86 ha detto:

    Si, più o meno è come hai detto…ti correggo un pò il tuo esempio: in prima posizioni hai una pagina per la keyword rosa. Se crei un’altra pagina ottimizzata per la keyword rosa e riesci a posizionarla almeno in decima posizione quest’ultima pagina verrà “calamitata” verso l’alto dalla pagina in prima posizione!

    Ciao

  3. Belisma Free web ha detto:

    Facendo così però non si rischia che le 2 pagine sembrino duplicate?

  4. zanna86 ha detto:

    No no, assolutamente! Prova a vedere questa ricerca su google: http://www.google.it/search?q=contatti+msn vedrai che c’è il sito principale Contatti-MSN.net ottimizzato per la key contatti msn, subito dopo c’è una pagina ottimizzata per la key cerca contatti msn.
    Poi ora sto cercando di indentare anche un’ulteriore pagina ottimizzata per la key contatti msn blog. Ora tale pagina si trova intorno alla tredicesima posizione, quindi mi bastarà scalare qualche posizione per farla indentare e comparire in cima alla serp.

    Non c’è assolutamente pericolo di contenuto duplicato…innanzitutto perchè le pagine sono diverse (e questo basta per non incorrere nel filtro antiduplicazione) e inoltre ogni pagina è ottimizzata per delle keyword diverse!

    Ciao

  5. […] risposta è si! Grazie ai risultati indentati di Google potete vedere come si possa calamitare altre pagine del proprio sito in posizioni […]

Lascia un commento