Instantempo e i Rich Snippets di zanna86

In questo articolo vi parlerò di come ho vinto il 4° riconoscimento del SEO Contest instantempo grazie ai Rich Snippets e soprattutto di come ho fatto ad ottenerli.

Come ho partecipato al contest

Appena Giorgio diede l’annuncio sul suo forum di un nuovo SEO Contest non vedevo l’ora di prenderne parte. Purtroppo però a causa della mancanza di tempo decisi che questa volta avrei solamente partecipato da spettatore leggendo i vari post sul forum.

Gli ultimi giorni, per la precisione la sera del primo di dicembre, vedendo che non vi era alcun sito in gara che fosse riuscito ad ottenere i Rich Snippets decisi di partecipare. Sapevo già che mi sarebbe stato facile ottenerli: il mio sito per lo scambio di contatti msn Contatti-MSN.net mostrava già i Rich Snippets nelle SERP!

Quindi creai il mio profilo instantempo. L’unica cosa che mancava per vincere il 4° riconoscimento del contest era comparire in SERP. Non avendo la necessità di dover comparire nelle prime posizioni (cosa che sarebbe stata veramente dura) mi sono limitato a:

Il mio lavoro, dopo circa un’ora, era finito. Il mattino seguente provai a fare una ricerca tra i primi 200 risultati di Google per la keyword instantempo. La pagina non compariva ma era indicizzata, infatti per la ricerca instantempo contatti msn essa appariva nelle SERP ben equipaggiata dei Rich Snippets:

instantempo rich snippets

Successivamente per controllare la SERP usai un piccolo script php che avevo creato qualche mese fa che permette di controllare le prime 200 posizioni per una determinata query. Poi per tener traccia dei miei miglioramenti, visto che il tool di Ayrton (ancora compliementi!) monitorava solo le prime 50 posizioni usai questo foglio excel con qualche piccola modifica alla macro.

Instantempo Excel SERP Tool

Il 6 dicembre alle ore 12.00 il mio sito si trovava in 62esima posizione. Certamente non è un buon posizionamento…ma perchè far fatica quando si può ottenere facilmente una cosa? Anzi, vedendo le migliorie dei giorni successivi forse ho fatto fin troppo!eheh

Come ho fatto a vincere

Vincere non è stato difficile…ho vinto perché il mio sito Contatti-MSN.net aveva già i Rich Snippets! Penso però che nessuno, a parte Ayrton che cito nuovamente, si sia impegnato molto per ottenere i Rich Snippets. Infatti leggendo su Google si capisce immediatamente come i Rich Snippets siano riservati solamente a siti sociali, di ricette, di eventi o raccoglitori di recensioni.

Comunque sia a permettermi di vincere il 4° riconoscimento direi proprio che è stata la mia voglia di essere sempre aggiornato e la pronta risposta ai primi articoli di Google sui Rich Snippets. Infatti quando uscì quest’articolo sul Google Webmaster Central cominciai subito a informarmi su questi strani Rich Snippets e sui microformati a me ancora sconosciuti. Quando a gennaio di quest’anno (2010) uscì un articolo sull’introduzione del nuovo Rich Snippet Events decisi che era arrivato il momento di implementarli nei miei siti e mi misi subito al lavoro!

I Rich Snippets

Penso che sia inutile copiare e tradurre le pagine e i documenti presenti su Google, mi limiterò quindi a fare una panoramica generale. Per approfondire consiglio i link qui sotto e il sito microformats.org.

I Rich Snippets sono quelle informazioni aggiuntive che Google estrapola dalle nostre pagine e inserisce nelle SERP subito sotto il titolo della pagina. Ecco qui alcuni esempi di Rich Snippets attualmente visibili in SERP (persone, recensioni, ricette ed eventi):

formati rich snippets

Qui sotto invece trovate un elenco dei formati di Rich Snippets che Google è in grado di leggere. Per esempio Google è in grado di leggere correttamente microformati sulle aziende ma per ora non li mostra nelle SERP. Molto probabilmente in futuro questa possibilità verrà estesa.

Ogni formato ha delle proprietà che sono implementabili utilizzando uno dei protocolli compatibili con Google, ovvero il protocollo MicrodataMicroformats oppure RDFa (per il Rich Snippet Videos i protocolli compatibili sono Facebook Share e Yahoo! SearchMonkey RDFa). La scelta del protocollo è a vostra indiscrezione, il risultato sarà il medesimo.

La pratica

Veniamo ora a qualcosa di più utile e pratico, quello che io chiamo “copia, impara, modifica e incolla“, ovvero dei piccoli esempi da cui potrete prendere spunto e adattare alle vostre esigenze.

Farò un esempio riguardante il Rich Snippet People e uno per il Business and Organization che penso saranno i più utili per la maggior parte di voi. Io utilizzo il protocollo Microformats.

People

Vediamo innanzitutto le proprietà che questo tipo di Rich Snippets ci mette a disposizione:

Proprietà Descrizione
fn E’ il nome. E’ l’unica proprietà necessaria.
nickname Nickname
photo Il link alla foto
title The person’s title (for example, Financial Manager)
role The person’s role (for example, Accountant)
url Link all’home page della persona
org Il nome dell’azienda per cui la persona lavora.
friend Identifica la relazione tra la persona descritta e un suo amico.
contact Identifica
la relazione tra la persona descritta e un’altra persona.
acquaintance Identifica
la relazione tra la persona descritta e un suo conoscente.
adr L’indirizzo di una persona. Ha le seguenti sotto-proprietà:
street-address, city, region, postal-code, country-name.

Di seguito ecco come potrebbe essere implementato il protocollo Microformats per persone:

<div class="vcard">
 Ciao, mi chiamo
 <a class="fn url" href="http://www.zanna86.it">Stefano Zanardi</a>,
 nel web sono conosciuto come
 <span class="nickname">zanna86</span>, vivo in provincia di
 <span class="adr">
  <span class="region">Milano</span>
 </span> e sono un
 <span class="title">Ingegnere Elettronico</span>.
</div>

Business and Organization

Le proprietà per implementare i Rich Snippets di un’azienda sono le seguenti. Sono molto simili a quelli di una persona. L’unica particolarità è che per indicare un’azienda è necessario che le proprietà fnorg siano uguali.

Property Description
fn org Il nome dell’azienda.
url Link all’home page dell’azienda.
address
(adr)
Indirizzo dell’azienda. Ha le seguenti sotto-proprietà:
street-address,
city,
region,
postal-code,
country-name.
tel Il numero di telefono dell’azienda.
geo Coordinate geografiche. Ha le seguenti sotto-proprietà:
latitude,
longitude.

Di seguito ecco come potrebbe essere implementato il protocollo Microformats per aziende:

<div class="vcard">
 <a class="fn org url" href="http://www.pwrel.it/">Power Electronics</a>
 <span class="adr">
  <span class="locality">Lentate sul Seveso</span>
  <span class="region">MB</span>
  <span class="postal-code">20030</span>
  <span class="country-name">Italia</span>
 </span>
</div>

Il test

Una volta che avrete implementato i vostri microformati all’interno della vostra pagina, utilizzando il protocollo che più desiderate, potrete poi verificarne la correttezza tramite il tool di Google per i Rich Snippets:

test tool rich snippets

Successivamente vi consiglio di fare richiesta dei Rich Snippets per il vostro sito tramite questo form.

Conclusioni (personali)

L’inserimento dei microformati non incide sul posizionamento nelle SERP. Lo dice Google e lo confermo anch’io in base alle mie esperienze, non è detto che sia la verità! Avere i Rich Snippets però migliora la percentuale dei click che riceve il vostro sito!

Questo contest ha dimostrato come ottenere i Rich Snippets non sia tanto facile. Oltre a implementare correttamente i microformati, è necessaria autorevolezzapopolarità, un pò come per i SiteLinks!

Ringraziamenti

Ringrazio Giorgio che tramite questi SEO Contest ci ha permesso di scoprire, provare e studiare. Un ringraziamento anche a tutto il forum GT e ai moderatori che negli anni mi hanno insegnato molto!

Scritto da in SEO, SEO Contest



7 commenti to “Instantempo e i Rich Snippets di zanna86”

  1. […] Per leggere il mio resoconto finale potete leggere il mio ultimo articolo su instantempo e i Rich Snippets! […]

  2. Fabio ha detto:

    Ho letto con interesse il tuo articolo, mi stò cimentando anch’io ad inserire gli Snippets nei miei siti, specialete quelli di cucina,
    Per caso conosci qualche plugin per Wp specifico per la creazione degli shippet anche per gli articoli datati?
    resto in attesa
    Grazie
    Fabio

  3. zanna86 ha detto:

    Ciao Fabio,
    per wodpress so che esiste Micro Anywhere (http://wordpress.org/extend/plugins/micro-anywhere/) però non l’ho mai provato e non so come funziona.

    Io ho aggiunto i microformati a un mio sito in wordpress semplicemente modificando i file del tema e utilizzando i custom field!

    Ciao

  4. Fabio ha detto:

    Si penso che modificare il tema di wp sia la soluzione migliore…
    Ho trovato un articolo dove spiega come modificarlo anche se non in modo troppo dettagliato, ma è fattibile. Se un giorno hai voglia di farci un articolo su come lo hai modificato te, saresti il primo. Nel frattempo mi iscrivo alla tua newsletter 😉 Cosi non me lo perdo. 😀
    Grazie Fabio

  5. zanna86 ha detto:

    Grazie 😉
    Potrei farlo però capisci che sarebbe limitato al mio sito e al tipo di microformati che mi servirebbero. Qui il sito in questione: http://digg.zanna86.com/

    Potrei scrivere qualcosa su come utilizzare i custom field, però penso che ci siano dei plugin che semplificano decisamente la vita…
    Se hai qualche richiesta in particolare mi appunto volentieri un articolo su ciò che chiedi..!

    Ciao

  6. Fabio ha detto:

    Ho implementato alcuni tag degli snippet. Grazie anche al tuo articolo.
    L’unica difficoltà è inserire l’attributo photo.
    Hai qualche dritta da darmi?
    Considera che chi scrive gli articoli non sono esperti di codice, quindi non posso fargli riempire campi “strani” in Wp
    Grazie
    Fabio

  7. zanna86 ha detto:

    Complimenti per il sito! Molto bello e ben strutturato graficamente! Ho visto che tu hai usato i microdati! Io ho sempre usato i microformats…il risultato è comunque lo stesso!

    Qui ci sono gli esempi su come formattare la tua pagina http://www.google.com/support/webmasters/bin/answer.py?answer=173379

    Se le ricette le scrivono i tuoi utenti allora mi sa che è meglio che trovi un bel plugin che semplifica tutto…altrimenti mi sa che ti toccherà ogni volta sistemare a mano i loro articoli.

    Infatti nella mia directory zannaDigg (nelle quale posso inserire solo io dei contenuti) a ogni articolo, oltre a scrivere l’articolo vero e proprio, aggiungo a mano due o tre campi (i custom field) contenenti le informazioni utili che poi dal codice php del tema andrò a pescare per formattare correttamente la mia pagina con i microformati!

    PS: prova a vedere questo plugin: http://wordpress.org/extend/plugins/hrecipe/screenshots/

    Ciao

Lascia un commento